Si è costituito a Perugia il Comitato “Io Accolgo – Umbria”

 

Giovedì 3 ottobre, in occasione della “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione”, si terrà un incontro pubblico in cui verrà presentato il Comitato “IO ACCOLGO – UMBRIA” che aderisce alla Campagna nazionale “IO ACCOLGO” (https://ioaccolgo.it). 

L’appuntamento è alle ore 17,30 presso il Cinema Meliès in via della Viola 1 a Perugia.

L’adesione al Comitato è aperta a tutti e tutte coloro che si riconoscono negli obiettivi della campagna, la quale  nasce, su iniziativa di un ampio fronte di organizzazioni della società civile, enti e sindacati (https://ioaccolgo.it/promotori-ed-aderenti), per dare una risposta forte e unitaria alle politiche sempre più restrittive adottate in questi ultimi anni nei confronti dei richiedenti asilo e dei migranti, politiche che violano i principi affermati dalla nostra Costituzione e dalle Convenzioni internazionali e che producono conseguenze negative sull’intera società italiana.

L’incontro segnerà anche l’inizio in Umbria della raccolta di firme, avviata su scala nazionale, per chiedere al Governo e al Parlamento di abrogare i decreti Sicurezza e gli accordi con la Libia (https://ioaccolgo.it/firma-lappello)

Attraverso una serie di azioni e iniziative a livello nazionale e locale, la campagna “Io accolgo” mira a:

1. dare voce e visibilità ai tanti cittadini che condividono i valori dell’accoglienza e della solidarietà e che vogliono esprimere il proprio dissenso rispetto alle politiche anti-migranti, mettendo in rete le molte iniziative già attive e promuovendone di nuove;

2. promuovere reti territoriali di prossimità e mobilitando il maggior numero possibile di enti pubblici e del privato sociale, affinché realizzino interventi di accoglienza e servizi di supporto all’inclusione sociale;

3. coinvolgere i migranti, affinché abbiano voce e visibilità in quanto soggetti attivi della battaglia per un’Italia solidale e accogliente;

4. avviare un dialogo con quei cittadini che non sposano esplicitamente le politiche anti-migranti, ma non riescono nemmeno a contrapporre una visione diversa, e che spesso si sentono disorientati o preferiscono scivolare nell’indifferenza.

La campagna vuole affermare che:

1. vogliamo vivere in un mondo che non sia fondato sull’odio e sulla paura, ma sulla solidarietà, sull’uguaglianza e sulla libertà, dove a tutti gli esseri umani, a prescindere dal colore della pelle, dalla religione e dalla provenienza, siano riconosciuti pari dignità ed eguali diritti;
2. i diritti fondamentali delle persone, sanciti dalla Costituzione Italiana e dal diritto europeo ed internazionale, devono essere tutelati dalle leggi dello Stato; 
3. escludere e discriminare i cittadini stranieri non produce maggiore sicurezza per gli italiani, ma aumenta la marginalità sociale e produce una erosione dello Stato di diritto, della democrazia e della coesione sociale nel nostro Paese.

Gli aderenti alla campagna chiedono dunque che:

1. l’Unione Europea affronti la questione migratoria tutelando i diritti fondamentali sui quali essa si fonda e nel rispetto del principio di solidarietà tra gli Stati membri: è urgente che si stabilisca un programma efficace di ricerca e salvataggio in mare a livello europeo, che si ponga fine alle politiche volte ad impedire l’ingresso in Europa delle persone bisognose di protezione, e che venga adottato un sistema per un’equa distribuzione dei richiedenti asilo tra i diversi Stati dell’UE;
2. che più nessuno sia lasciato morire in mare e che cessino immediatamente gli interventi finalizzati a riportare in Libia uomini, donne e bambini che fuggono dalle torture nei centri di detenzione libici e da guerre, dittature e povertà estrema nei loro Paesi d’origine;

3. si prevedano canali di ingresso regolari, in modo che le persone non siano più costrette ad affidarsi ai trafficanti e a rischiare la vita nel tentativo di entrare in Europa;

4. siano garantiti un’accoglienza dignitosa e percorsi di inclusione efficaci alle persone che chiedono asilo all’Italia, attraverso reti territoriali di accoglienza e inclusione gestite dagli Enti locali e dalla società civile;

5. siano contrastati con ogni mezzo le violenze e le discriminazioni razziste e xenofobe e i discorsi d’odio che sempre più spesso colpiscono coloro che appartengono ad una minoranza;

6. sia riconosciuta la cittadinanza italiana ai bambini che nascono e crescono in Italia, affinché possano partecipare pienamente alla vita politica, economica e sociale e sentirsi appartenenti a pieno titolo a questo Paese; 

7. sia rilanciata una politica estera e di cooperazione allo sviluppo, in modo da promuovere la pace e i diritti umani e ridurre le disuguaglianze nel mondo, affinché le persone non siano più costrette a lasciare il proprio Paese per fuggire da conflitti, regimi autoritari e condizioni di vita insostenibili, che spesso gli stessi Stati europei hanno contribuito a creare.

 

EVENTI IN AZIONE

25 NOVEMBRE 

PER L'ELIMINAZIONE DELLA VILENZA CONTRO LE DONNE

ATTIVATI IN QUALUNQUE PARTE D'ITALIA 

CON I GRUPPI LOCALI DI 

#FreeNotFreezed 

LIBERA NON CONGELATA!

UNA DONNA CHE SI LIBERA DALLA VIOLENZA DEVE AVERE 
TUTTO IL SOSTEGNO DELLO STATO.

NON PUO' ESSERE LASCIATA DA SOLA

FIRMA  LA PETIZIONE
 
 

RITIENE  CHE 

TU DEBBA  ESSERE

L'UNICO  LEADER DI TE STESSO

CIAORINOCLUB

DA LUGLIO IN AZIONE PERCHE'

 NON SI FA MERCATO SULLE

 BOLLETTE DEI PENSIONATI

PERTANTO DA DENUNCIATO A PIEDE LIBERO 

DEL MINISTRELLO DRAGHIANO , 

CON UN ATTO A PROPRIO AVVISO

 DA AB-BUSONE D'UFFICIO

IL PRESIDENTE DEL
CIAORINOCLUB PROCLAMA UN 
#PARLAMENTARILADRI
PER OGNI KILOMETRO 
DA SUD A NORD DEL PAESE
 CONTRO IL CARO BOLLETTE
(SEGUI L'EVENTO)
 

SE SCRIVERE SUI MURI 
#PARLAMENTARILADRI 
E' L'UNICA COSA 
CHE POSSIAMO FARE
NOI DEL
CIAO RINO CLUB 
E' QUELLO CHE FAREMO!

 

CONTRO IL MERCATO DELLE BOLLETTE 

ATTIVATI CON CIAORINO!

SCARICA LA LOCANDINA

E ATTACCALA SOTTO CASA TUA!

INSIEME CE LA FAREMO 

CONTRO I PARLAMENTARI LADRI

in SUMMER TOUR
da SUD A NORD
SCOPRI DI PIU'
 
 

SCOUT69.IT

Ciao Rino Club
CONTRO 

IL CARO BOLLETTE

GALLERIE FOTOGRAFICHE DEL 

Associazione Interculturale 

 
NESSUN PROFITTO

CATEGORIE

IL CLUB    |    GLI AMICI    |    DETTAGLI

ATTIVISMO    |    CAMPAGNE

#PARLAMENTARILADRI

    Non Si Fa il libero mercato
nel portafogli di papa' o nella borsa di mamma

questo è un reato

atta a garantire e tutelare 

art.241.cp.

LEGGI ORA 

IL PROGRAMMA

DI INFLUENZA E CULTURA POLITICA 

BARBUTISTA


CHI NON HA PAURA

E' FUORI DA OGNI CONTROLLO

E TIENI A MENTE CHE 

 

QUANDO NEL REGNO 

LA MACCHINA DELLA  GIUSTIZIA NON FUNZIONA 

IL SOVRANO GIUSTIZIA

NON GIUDICA

IL SERVIZIO LO STRILLONE DEL CIAORINOCLUB SI STRINGE AL CORDOGLIO DELLE FAMIGLIE , UMBRE, MARCHIGIANE E TOSCANE CHE NEGLI ULTIMI ALLUVIONI HANNO , SUBITO GRAVI PERDITE O VISSUTO LA TRAGEDIA DI PERDERE UNA PERSONA A LORO CARA. CON IL CUORE E CON TUTTO IL PROPRIO SPIRITO

CIAORINO E' LI CON TE.

NON PROFIT SENZA

LIMITI DI FRONTIERA

 
secret concert d'autore quali momento di incontro e di integrazione
CONCERSI PER

AutoIntegrarsi

nel paese dei 

TRENT'ANNI DI DEPISTAGGI

e di GIULIANO AMATO 

ALLA CORTE COSTITUZIONALE

CHE PER ALCUNI

PUO' RISULTARE QUALCOSA DI

NON ECCEZIONALE

ANTIMAFIA TOUJOURS!


CIAORINO.TV    |    CIAORINO.NEWS    |    CIAORINO.FILM